Archivi tag: VIVA Sustainable Wine

La sostenibiltà di ELSE Project!

La sostenibilità di ELSE Project!

Noi di ELSE ci occupiamo non solo di ambiente, sicurezza, certificazioni e formazione…ma anche di sostenibilità legata al settore vitivinicolo, agli eventi e ai prodotti!

Cos’è la “sostenibilità di ELSE”?

Il nostro concetto di sostenibilità è fortemente legato a quello di “sviluppo sostenibile”. Dato che viviamo in una società che è possibile definire “in continuo progresso e avanzamento”, riteniamo che il concetto di sostenibilità intersechi tutti i processi che permettono all’ambiente economico e sociale di avanzare e progredire senza provocare danno a ciò che ci circonda.

La nostra attività di consulenza in ambito “sostenibilità” ha l’obiettivo di sviluppare una maggiore e migliore attenzione in tutte le aziende (e nelle persone che ne fanno parte) che producono prodotti e servizi che hanno inevitabilmente un impatto ambientale, sociale ed economico.

Perciò le consulenze di ELSE si estendono anche a:

  1. VIVA – Sustainable Wine (per approfondire il tema vai all’articolo)
  2. Social Footprint (per approfondire il tema vai all’articolo)
  3. Eventi Sostenibili (per approfondire il tema vai all’articolo)
Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

VIVA: l’etichetta di sostenibilità del settore vitivinicolo e agroalimentare

VIVA: l’etichetta di sostenibilità del settore vitivinicolo e agroalimentare

Come i produttori vitivinicoli possono dimostrare il loro impegno verso la sostenibilità della filiera di produzione?

Da oggi esiste VIVA – Sustainable Wine, l’etichetta che dimostra la sostenibilità delle aziende vitivinicole grazie all’analisi delle performance da parte di consulenti qualificati.

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

V.I.V.A.: L’ETICHETTA DI SOSTENIBILITA’ DEL SETTORE VITIVINICOLO E AGROALIMENTARE

V.I.V.A.: l’etichetta di sostenibilità del settore vitivinicolo e agroalimentare

Il Ministero dell’Ambiente ha avviato nel 2011 il progetto nazionale VIVA – Sustainable Wine, un protocollo ad adesione volontaria che mira a migliorare le prestazioni di sostenibilità della filiera vitivinicola attraverso l’analisi, condotta da consulenti qualificati, di quattro indicatori: Aria, Acqua, Territorio, Vigneto.

Il progetto, dopo una prima fase pilota che si è conclusa nel 2014, è oggi aperto a tutte le aziende interessate a farvi parte e ha già visto l’adesione al protocollo VIVA da parte di molte aziende vitivinicole su tutto il territorio nazionale.

Il protocollo si esprime mediante un’etichetta presente sulla bottiglia: l’etichetta “V.I.V.A. Sustainable Wine” indica che la bottiglia di vino ha intrapreso un innovativo percorso di valutazione delle performance di sostenibilità ambientale, sociale ed economica e che tali performance sono tese a migliorare nel tempo.

L’impatto della produzione della bottiglia è misurato su 4 indicatori:

  1. ARIA
    ariaEsprime il totale delle emissioni di gas a effetto serra associate al ciclo di vita della bottiglia, che comprende 4 grandi fasi:
  • Gestione del vigneto
  • Trasformazione dell’uva in vino e imbottigliamento
  • Distribuzione delle bottiglie
  • Smaltimento del vetro
  1. ACQUA
    acquaEsprime il volume di acqua dolce consumata per la produzione della bottiglia.
  1. TERRITORIO
    territorioValuta gli effetti delle attività aziendali sia sull’ambiente, i cui valori da difendere sono la biodiversità, la tutela e la valorizzazione del paesaggio; sia sulla comunità, verificando le conseguenze sociali ed economiche della produzione vitivinicola sui lavoratori, comunità locale, produttori e consumatori
  1. VIGNETO
    vignetoL’etichetta promuove anche la sostenibilità legata alle pratiche di gestione agronomica. L’indicatore vigneto valuta infatti la gestione del suolo, dalla concimazione alla gestione della sostanza organica, fino ai fenomeni di erosione e compattamento, e le attività aziendali che possono influenzare la biodiversità.

L’etichetta, normalmente posta sul retro della bottiglia, è consultabile anche mediante smartphone e tablet attraverso un QR code nel quale sono riassunti e resi noti al consumatore i risultati e i miglioramenti, in termini di sostenibilità, raggiunti dai produttori che aderiscono al progetto. Fotografando il QR code ci si collega al sito dedicato dove viene illustrato il progetto, gli obiettivi e i parametri di sostenibilità del vino che si intende acquistare.

La simbologia adottata nell’etichetta digitale aiuta il consumatore a distinguere visivamente le diverse aree dedicate alla presentazione dei risultati dei singoli indicatori (Aria, Acqua, Vigneto e Territorio). Il dettaglio di ogni indicatore contiene una breve descrizione che permette di comprendere meglio gli aspetti di sostenibilità espressi dall’indicatore stesso e di verificare le performance dell’azienda.

L’etichetta digitale VIVA è dunque sinonimo di assoluta trasparenza: un’interfaccia ideale tra l’azienda produttrice e il consumatore; un primo e importantissimo passo nella comune direzione della sostenibilità.

Come può un’azienda aderire al protocollo VIVA al fine di acquisire l’etichetta?

E’ stata creata la rete VIVA: un gruppo di professionisti e di aziende specializzate in consulenza ambientale che operano su scala nazionale ed internazionale. Ciò che accomuna i componenti della rete è il fatto di aver partecipato al corso di formazione VIVA – “La sostenibilità nella viticoltura in Italia” organizzato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza. Il corso ha formato i consulenti per accompagnare le aziende vitivinicole verso l’acquisizione del marchio di sostenibilità VIVA.

Il team della rete VIVA è composto da tecnici esperti con competenze consolidate in varie discipline: agronomia, scienze ambientali, ingegneria ambientale, economia, architettura e chimica dell’ambiente in modo da trasferire ai clienti un servizio accurato, frutto di un approccio multidisciplinare e attento alla sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Attraverso il network i consulenti VIVA offrono consulenza alle aziende vitivinicole in modo capillare su tutto il territorio italiano per quanto riguarda:

  • Etichetta VIVA Sustainable Wine
  • Carbon Footprint ISO/TS 14067 / ISO 14064
  • Water Footprint ISO 14046
  • Environmental Footprint
  • Emission Trading
  • Elaborazione di best practices attuabili al fine di ridurre gli impatti in azienda
  • Studi di sostenibilità relativi a prodotti e attività aziendali
  • Interventi di efficienza energetica

Anche noi di Else Project abbiamo all’interno del nostro team un consulente abilitato ad operare per l’acquisizione dell’etichetta VIVA – Sustainable Wine. Contattaci sul nostro sito dedicato alla sostenibilità di ELSE!

E’ possibile contattare tutti i consulenti della rete VIVA al sito dedicato www.vinisostenibili.com

vinisostenibili-img-305x305
Brochure della rete dei consulenti VIVA, consultabile sul sito www.vinisostenibili.com
viva_etichetta_vino_sostenibile
Etichetta VIVA di prodotto, normalmente posta sul retro della bottiglia certificata.
Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather