Archivi tag: redazione educational

Made Green in Italy per dimostrare l’impronta ambientale dei prodotti

Made Green in Italy per dimostrare l’impronta ambientale dei prodotti

Come può un’azienda dimostrare globalmente e in modo sintetico la sua attenzione e sensibilità all’impronta ambientale dei suoi prodotti? Ecco che nasce il marchio MADE GREEN IN ITALY.

L’introduzione di questa nuova etichetta per i nostri prodotti nazionali rappresenta infatti una spinta verso comportamenti più green nel mondo produttivo, costituendo di fatto una fondamentale opportunità di rafforzare il classico Made in Italy, e la competitività delle imprese italiane sui mercati nazionali e esteri.

Come abbiamo spiegato ampiamente nell’articolo, pubblicato la scorsa settimana su Else Blog, è di fondamentale importanza per tutte le aziende effettuare una comunicazione chiara ed efficace con gli stakeholders, soprattutto se consideriamo che ad ogni processo produttivo è automaticamente associato un impatto (ambientale, sociale, economico).

Ma come può un’azienda dimostrare globalmente e in modo sintetico la sua attenzione e sensibilità all’impronta ambientale dei suoi prodotti? Ecco che nasce il marchio MADE GREEN IN ITALY.

Esso nasce successivamente a un’altro standard del 2015, che è quello della SOCIAL FOOTPRINT (per approfondire vi rimandiamo all’articolo pubblicato su ELSEBLOG). Anche se il Made Green in Italy rimarca l’appartenenza del prodotto/servizio al contesto nazionale italiano, possiamo affermare che le due etichette viaggiano in parallelo.

Attraverso lo schema del Made Green in Italy le imprese italiane potranno:

  • Valorizzare le proprie politiche ambientali al fine di migliorarne le capacità di risposta alla crescente domanda di prodotti “sostenibili”, anche attraverso l’innovazione di processo e di prodotto;
  • Associare il concetto di qualità ambientale alla tradizione culturale e territoriale che distingue il Made in Italy;
  • Aumentare la trasparenza e la capacità informativa nei confronti dei mercati e dei consumatori;

Il Ministero dell’Ambiente ha già predisposto una bozza del regolamento per l’attuazione dello schema nazionale Made Green in Italy: attualmente è in fase di revisione, ma presto ci aspettiamo che il nuovo marchio diventi a tutti gli effetti un protocollo applicabile nelle aziende del mercato nazionale.

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

News agricoltura: bando 2016

News agricoltura: bando 2016

Uscito il bando INAIL che finanzia le PMI del settore agricolo che puntano alla sostenibilità e al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza in campo agricolo.

Che cosa prevede il bando e quali sono le tempistiche per aderire? Ve lo spieghiamo nel nostro articolo dedicato.

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

Alto Adige: la green region d’Italia

Alto Adige: la green region d’Italia

Una delle regioni italiane più attente alla sostenibilità e al rispetto degli equilibri naturali è il Trentino Alto Adige, che nel 2015 si è aggiudicato il titolo di “green region d’Italia”.

Vi mostriamo come la regione ha raggiunto questo importante traguardo nel nostro articolo dedicato.

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

Organizzare eventi: la sicurezza dei dati

Organizzare eventi: la sicurezza dei dati

Quante volte ci è capitato, per poter partecipare ad un evento, di fornire i nostri dati personali? Come possiamo essere sicuri che vengano gestiti in sicurezza?

La buona riuscita di un evento è strettamente legata non solo ad una corretta organizzazione, ma anche ad una gestione in sicurezza dei dati.

Informazioni e consigli importanti sulla sicurezza dei dati!

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

Ecolabel: la certificazione di sostenibilità è anche per il turismo

Ecolabel: la certificazione di sostenibilità è anche per il turismo

Come possono le strutture turistiche dimostrare la propria sensibilità e attenzione all’ambiente?

Ecco che nasce l’etichetta ECOLABEL, il marchio europeo che permette di certificare e dimostrare il proprio ridotto impatto ambientale.

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

Organizzare eventi sostenibili

Organizzare eventi sostenibili

Vi siete mai chiesti che impatto hanno una fiera, una mostra o un concerto sull’ambiente che vi circonda?

A livello internazionale a partire dal 2012 esiste ISO 20121: uno standard ad adesione volontaria che permette di organizzare eventi di qualunque tipo riducendo al minimo gli impatti sull’ambiente.

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

Viaggiare responsabilmente: si può?

Viaggiare responsabilmente: si può?

Come possiamo scegliere in maniera responsabile il mezzo di trasporto più adatto per viaggiare, facendo attenzione anche all’impatto che il nostro spostamento può avere sull’ambiente?

I nostri consigli per viaggiare in maniera sostenibile!

Per approfondire apri il link e seguici anche su Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

LE FALSE ETICHETTE DEL GREENWASHING

Le false etichette del Greenwashing

Avete mai notato quanti prodotti o servizi riportano diciture come “100% naturale”, “ECO”, “Bio”? Vi siete mai chiesti come fare a distinguere una vera etichetta ambientale da una finta?

Per imparare a difendersi dalle finte etichette ecologiche e per non diventarne complici, vi sveliamo i 7 peccati del famoso fenomeno del “finto ambientalismo”, maggiormente noto come GREENWASHING.
Per approfondire apri il link e seguici sul sito di Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather

APPUNTI DI VIAGGIO TRA MARCHI E CERTIFICAZIONI

Appunti di viaggio tra marchi e certificazioni

Come dare il giusto valore ad un marchio su un sito internet, o sul vetro di una porta? Come possiamo capire in modo chiaro ciò che quel marchio ci sta raccontando delle scelte e delle idee di quell’azienda?

Vi aiutiamo a districarvi tra marchi e certificazioni nei nostri “Appunti di viaggio”.
Per approfondire apri il link e seguici sul sito di Piuturismo!

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather