Archivi tag: efficienza energetica

Riscaldamento: strumenti finanziari e consigli per aumentare l’efficienza e risparmiare

Riscaldamento: strumenti finanziari e consigli per aumentare l’efficienza e risparmiare

In data 15 ottobre 2016 sono stati attivati i termosifoni nella zona climatica “E”, che comprende tra le altre località anche le grandi città come Milano, Torino, Bologna e Venezia.

A questo proposito l’ENEA ha ricordato alcune semplici regole per effettuare una corretta manutenzione della caldaia ai fini della sicurezza, per la contabilizzazione del calore e il risparmio sulla bolletta, evitando sprechi e multe per non aver ottemperato alle disposizioni legislative.

Questi obiettivi sono perseguibili attraverso tre azioni principali:
  1. La CORRETTA MANUTENZIONE degli impianti di riscaldamento, fondamentale per consumare e inquinare meno ed evitare sanzioni. La normativa di riferimento è il DPR 74/2013. Ricordiamo che il mancato rispetto delle disposizioni legislative prevede una multa non inferiore alle 500 euro.
  2. Applicazione ai termosifoni delle VALVOLE TERMOSTATICHE: apparecchiature che aprono o chiudono la circolazione dell’acqua calda nel termosifone e consentono di mantenere costante la temperatura impostata, aiutando a concentrare il calore negli ambienti più frequentati e evitare sprechi. In questo caso il decreto legislativo di riferimento è il 102/2014, che ha recepito la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.
  3. CONTROLLO DELLA TEMPERATURA E UTILIZZO DEI CRONOTERMOSTATI: dispositivi elettronici che consentono di regolare la temperatura e il tempo di accensione del termosifone in modo da mantenere l’impianto in funzione solo quando si è in casa.

Vi ricordiamo che scaldare eccessivamente la casa fa male sia alla salute che alle tasche: ogni grado abbassato si traduce in un risparmio dal 5 al 10% sui consumi di combustibile.

Esistono diverse tecniche che ci permettono di risparmiare in termini di soldi e di consumi energetici: schermando ad esempio le finestre durante la notte si riducono sensibilmente le dispersioni di calore verso l’esterno, trattenendo più a lungo il calore all’interno delle mura di casa. Le tre azioni sopradescritte non sono le sole che ci permettono di contenere i nostri consumi: è’ necessario allo stesso tempo valutare l’età dell’impianto di riscaldamento: se questo ha più di 15 anni è consigliabile valutarne la sostituzione con impianti nuovi o integrati.

Il problema degli interventi/sostituzioni degli impianti di riscaldamento è relativo ai costi da sostenere. A questo proposito è possibile usufruire degli ECOBONUS offerti dal Governo che permettono di accedere a detrazioni IRPEF in misura del 65%.

A chi si rivolgono gli ecobonus?

Sono strumenti finanziari concessi, in seguito a verifica da parte di un tecnico abilitato e successiva comunicazione della fattibilità del progetto all’ENEA, a chiunque abbia intenzione di migliorare l’efficienza energetica dell’impianto di riscaldamento (sono rivolti anche a interventi sui serramenti, pannelli solari, coibentazione e bulding automation[1]).

[1] Insieme dei dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti termici.

 

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather