Archivi tag: DPR 31/2017

Autorizzazione paesaggistica semplificata: La nuova normativa

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA SEMPLIFICATA: LA NUOVA NORMATIVA

E’ entrata in vigore in data 6 aprile 2017 la normativa sull’autorizzazione paesaggistica (DPR 31/2017), che definisce gli interventi per cui l’autorizzazione paesaggistica non è richiesta e i casi in cui è sufficiente un procedimento semplificato.

Cosa prevede il nuovo decreto?

L’obiettivo del DPR 31/2017 è quello di velocizzare le procedure grazie all’adozione dei modelli unificati per la presentazione delle istanze.

A seconda dell’intervento edilizio che si intraprende sarà quindi possibile ricorrere a tre diverse procedure:

  1. Intervento libero: senza l’obbligo di presentare l’autorizzazione paesaggistica. Sarà richiesto solo il titolo edilizio.
  2. Autorizzazione paesaggistica semplificata: adozione di modelli unificati e iter procedurale da concludersi entro 60 giorni.
  3. Autorizzazione paesaggistica ordinaria: effettuata per interventi significativi e si sottopone un iter procedurale più lungo (fino a 120 giorni).

Il DPR 31/2017 individua già al suo interno 31 tipologie di interventi liberi (che non modificano l’aspetto esteriore degli edifici e che rispettano le caratteristiche morfologiche esistenti prima dell’avvio dei lavori), e che sono quindi esonerati dalla presentazione dell’istanza di autorizzazione, e 42 di modesta entità che possono rientrare nell’iter semplificato.

All’interno del decreto sono presenti alcuni allegati che definiscono gli interventi che non necessitano di autorizzazione paesaggistica (allegato A, ad esempio interventi che migliorano le prestazioni energetiche degli edifici) e quelli che necessitano di procedura semplificata (allegato B, ad esempio interventi ad impatto lieve, come quelli antisismici, realizzazione di porticati/tettoie).

Oltre agli interventi indicati nell’allegato B, sono soggetti a procedura semplificata anche le istanze di rinnovo di autorizzazioni paesaggistiche scadute da non più di un anno e relative a interventi in tutto o in parte non eseguiti, a condizione che il progetto sia ancora conforme a quello precedentemente autorizzato.

Qualora siano presenti modifiche nel progetto, e comportino interventi di entità non lieve, allora si applica il procedimento autorizzatorio ordinario.

Come si compila l’autorizzazione paesaggistica?

Per quanto riguarda gli interventi di lieve entità, va compilata in modalità telematica seguendo il modello semplificato presente nell’Allegato C, e deve essere accompagnata da una relazione paesaggistica semplificata, redatta da un tecnico professionista abilitato, secondo quanto indicato nell’Allegato D.

Condividi
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedinby feather
Seguici
Facebookgoogle_pluslinkedinrssFacebookgoogle_pluslinkedinrssby feather